fbpx
Home > Informazioni Viaggio > Samarcanda Cosa Vedere

Samarcanda Cosa Vedere

SAMARCANDA UZBEKISTAN

In diversi secoli le antiche città dell’Uzbekistan hanno svolto il ruolo principale sulla Grande Via della Seta — questa antica strada transcontinentale. Ma il titolo “Il cuore della grande via della seta” è in effetti ottenuto da Samarcanda. La città è inclusa nella lista “L’eredità del mondo” dell’UNESCO — così grande il significato dei valori materiali e spirituali qui concentrati. Gli edifici unici di architettura antica, patrimonio di scuole scientifiche e artistiche, centri di artigianato nazionale disponibili nella città antica sono famosi in tutto il mondo
Samarcanda è una delle antiche città del mondo, contemporanea di Roma, Atene, Babilonia — ha compiuto il suo 2500 ° anniversario. “The Radiate Point of Globe”, “The Jewel of Islam”, “The Mirror of the World” è stato chiamato in Oriente fin dai primi tempi. Durante la sua storia secolare, l’antica città attraversò tempi di ascesa e declino, subì le devastanti incursioni di invasori stranieri, rianimò la nuova vita diventando più bella. Nel periodo di Amir Temur e Temuridi, la città raggiunse uno sviluppo e una crescita speciali. Esattamente Samarcanda fu scelta da Sahibkiran come capitale del suo potente stato Movarounnahr.
I giardini sconfinati si vedono già all’ingresso della città. La storia della loro creazione è diventata un ricordo del passato. Amir Timur nel XIV secolo ordinò di creare una cintura verde attorno alla capitale del suo impero. I giardini architettonicamente organizzati con piantagioni di frutta e alberi decorativi, giardini fioriti, sistema di irrigazione e piscine erano magnifici e splendidi. “Un viaggiatore che si avvicina alla città vede solo un’altura montagnosa di alberi e le case incantate tra loro rimangono invisibili” scrisse l’inviato spagnolo Ruy Gonzales de Clavijo che visitò Samarcanda nel 1404. “Bogi Zagon”, “Bogi Shamol”, “Bogi Maidon” , “Bogi Baland”, “Bogi Dilkush”: — tutti i nomi dei giardini sono conservati fino ai giorni nostri. E al momento attuale Samarcanda è una delle più verdi città dell’Uzbekistan.
Amir Timur ha dato il suo grande contributo alla formazione del sistema statale, al progresso della scienza e della cultura. Il vasto programma di pianificazione urbanistica è stato effettuato durante il suo governo e soprattutto — nella capitale dello stato — Samarcanda. Enormi fondi furono assegnati per l’erezione di edifici monumentali, infatti grandi edifici architettonici dovevano servire da indicatore di grandezza dell’impero e del suo sovrano. Temur ha riunito abili architetti, costruttori, maestri dell’architettura. Possiamo ammirare splendide opere al momento attuale. La città incanta come personificata nelle fiabe della vita reale di Shaherezada.
Inizia il tuo tour visitando l’edificio del Gur Emir — un mausoleo di Amir Temur. Da lontano Gur Emir appare come un tulipano blu, piegato saldamente sui petali turchesi. I resti di un grande sovrano, i suoi due figli e due nipoti, uno di loro è un eminente scienziato e pensatore dell’Oriente: qui Mirzo Ulugbek è riposato.
Dopo aver ispezionato lapidi riccamente decorate, fatte di onice con legatura superfine di iscrizioni dedicatorie, semicolonne illuminate preziose, pitture murali insolite, cupola, che si aprono per l’osservazione dei turisti, chiedono di mostrare un luogo di sepoltura. E il custode a un prezzo ragionevole ti condurrà nella bassa cripta dove sotto la cupola piatta puoi vedere le antiche tombe.

Avanti a sua volta è la leggendaria piazza Registan che di diritto è la vista architettonica principale in tutta l’Asia centrale. Sin dai tempi antichi questa piazza era il commercio e il centro pubblico di Samarcanda. Qui domina l’orgogliosa massa di tre madrassah di Ulug Bek, Shir Dor, Tillya Kari. Ulugbek come suo nonno ha prestato molta attenzione all’edificio monumentale e durante il suo governo è stato completato l’insieme di magnifici edifici.
Ammirando l’eleganza dei preziosi mosaici della madrasa di Ulugbek, le cupole turchesi a costine ei maestosi minareti di Shir Dor, i dipinti dorati delle pareti a motivi di Tillya Kari, non trattengono le tue emozioni — l’eco risponde alle tue esclamazioni esaltate come voce da old time: “Sono Registan, il cuore di Samarcanda …”
Qui forse è il posto più bello per fare foto per la memoria. Alla madrasa di Shir Dor i fotografi professionisti di solito cercano di cogliere l’attimo in cui il sole tocca la cima del minareto. Sii paziente: puoi anche scattare una foto unica.
Il monumento eccezionale dell’architettura antica è una nobile moschea congregazionale di Bibi Khanum. A proposito, al parcheggio vicino alla moschea puoi vedere un asino con un carrello accanto a un’auto alla moda, in cui gli agricoltori dei villaggi vicini portano dolci meloni e cocomeri per il magnifico Bazaar Samarcanda.
La grandiosa costruzione della moschea congregazionale di Bibi Khanum domina la città come una gigantesca sagoma e la cupola blu è una sfida per la volta celeste. Con le pareti scintillanti di idea di base, alti minareti, ampio portale di moschea, progettato da marmo bianco, ha dovuto glorificare il nome di Timur e della sua adorabile moglie per secoli. La costruzione della moschea fu iniziata nel 1399 e furono assegnati enormi fondi per questo scopo. Anche gli elefanti importati da Temur dall’India sono stati utilizzati per lavori di costruzione. Nel 1404 il magnifico edificio fu quasi completato. Il cortile della moschea era circondato da preziose gallerie, le cui arcate poggiavano su più di trecento colonne di marmo, e quattro sottili minareti sorgevano in ogni angolo. I riti pubblici si sono tenuti qui. Ma dopo la morte di Sahibkiran nel 1405 la costruzione non fu completata.
Nelle vicinanze, dietro le mura della moschea di Bibi Khanum, il coloratissimo bazar orientale ribolle con un coro a più voci. È anche la vista della città e bisogna saperlo. Sicuramente stuzzicherà il tuo appetito. È semplice soddisfare il tuo appetito: i cuochi locali invitano ripetutamente a degustare un certo numero di diversi piatti orientali.

Al giorno d’oggi, un programma speciale offerto agli ospiti della città antica — è una conoscenza di artigianato popolare locale, arti applicate. I padroni di Wares of Samarkand erano famosi in tutto il mondo fin dai tempi antichi. Lungo i rami della Grande Via della Seta splendidi tessuti insuperabili — velluto cremisi, broccato, seta, tappeti, articoli di metallo e cuoio, gioielli, famose carte di Samarcanda e altri beni venivano consegnati da qui in vari paesi. Le meravigliose mercanzie dei maestri di Samarcanda oggi possono essere qui: passeggiare lungo la famosa strada di Tashkent con negozi di artigianato e filari commerciali, vedere artigiani esperti che creano le loro meravigliose opere sotto i tuoi occhi.
Potresti voler conoscere più da vicino la gente del posto? Per saperne di più sulle loro tradizioni, vita, costumi? Visita una casa uzbeka. Non è necessario pre-organizzare la riunione per quello. Proseguire lungo il Boulevard dell’Università e alla fine svoltare a sinistra, in via Mukimi. Poi troverai una strada ombreggiata piena di vigneti. Qui è chiamato “Domla Guzar” — la strada degli insegnanti dell’Università. Bussa a qualsiasi porta: sei un ospite gradito. Ti verrà dato un grappolo d’uva, una tazza di tè profumato da bere, un caldo pestifero — somsa e dolce orientale.
Durante il tuo giro turistico, visita l’ensemble Shah-i-Zinda sul pendio dell’antica Afrosiab. Come una collana blu, una catena di monumenti si estende qui. Frizzante scintillio di smalti colorati i mausolei in cui Temur ei suoi eredi seppellivano i loro parenti da entrambi i lati circondano la via che conduce al principale luogo sacro del complesso — situato in cima alla collina, a mazar (luogo di sepoltura) di Kussam- ibn-Abbas, cugino del profeta Maometto. Arrivò a Samarcanda nel VII secolo, predicò l’Islam e fu ucciso soffrendo per fede.
La leggenda dice che Kussam-ibn-Abbas continua a vivere. Da qui, segue il nome del complesso — Shah-i-Zinda che significa “il re vivente”. Le prime volte sepolcrali apparvero nel XII secolo vicino alla sua famosa tomba. La maggior parte dei lavori di costruzione furono eseguiti nei secoli XIV-XV sotto il dominio di Amir Timur. Tra queste costruzioni — splendidi mausolei di due emiri — Burunduk e Emir Zade. Ma sono prevalenti le volte funerarie delle donne del clan Sahibkirano. Tutti i mausolei sono contrassegnati da un unico ritrovamento compositivo: si tratta di edifici domici quadrati, l’ingresso in cui è sottolineato dal portico. La grande decorazione architettonica di edifici in cui mattoni smaltati, lastre di maiolica, mosaici intagliati sono utilizzati immaginazione colpi.
Questo complesso di monumenti di architettura antica ha una sua peculiarità, attirando non solo i turisti ma anche i locali. Dall’arco di ingresso, una lunga e ripida scalinata conduce alla montagna. Conta con attenzione i passaggi sulla strada verso l’alto. Non dimenticare di contare i passi quando andrai di sotto. È parlato, se il numero coincide tu sei senza peccato.

Il luogo di sepoltura di Kussam-ibn-Abbas attrae a Samarcanda molti seguaci del turismo religioso e spirituale. Infatti nel Medioevo il pellegrinaggio alla tomba di “Re vivente” era uguale a Hadji alla Mecca. Un altro luogo sacro di Samarcanda — Mazar Khodja Doniyor (Tomba di San Daniele) è onorato non solo dai mussulmani, ma anche dai cristiani e dagli ebrei. Si trova vicino al sito dell’antico insediamento Afrosiab sulla riva del fiume Siab. Secondo la leggenda l’acqua di primavera che ha beccato vicino alla tomba ha un potere curativo.
A Samarcanda, che era il centro dove si formarono le scuole di scienziati, è possibile vedere il primo osservatorio astronomico costruito nel mondo. Fu costruito dal nipote di Temur — Ulugbek che passò alla storia come “scienziato sul trono”, il patrono della scienza e dell’illuminazione. Essendo il più grande astronomo, compilò le tavole di stelle “Zidji Gurgani” con i suoi compagni che contiene le posizioni esatte di più di mille stelle. Le tabelle conservano il loro significato scientifico fino ai giorni nostri.
Per toccare l’antichità più estrema, vai all’antico sito di Afrosiab. Le guide ti racconteranno della città originata 500 anni prima di Cristo del palazzo sotterraneo, progettato da preziosi affreschi sogdiani …
Lasciando la città, secondo la tradizione, prendi il meglio del mondo con il pane rotondo di Samarcanda. Vengono utili durante il viaggio lungo la Grande Via della Seta.

Luoghi di interesse turistico a Samarcanda

– Piazza Registan
– Mausoleo di Guri-Amir
– Moschea Bibi-Khanum
– Necropoli di Shahi-Zinda
– Osservatorio e museo di Ulugbek
– L’antico insediamento di Afrosiab
– La reliquia delle tre religioni
– Santuario di Rukhabad
– La moschea Hazrat-Hyzr
– Il Santuario Maturidiy
– Complesso Imam Al-Bukhari
– Tashkent Street
– Il Siab Bazaar
– University Boulevard

You may also like...

(1) Comment

  1. no credit check online payday loans

    Namaste-ty-Can you clear up some misconceptions?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.