fbpx
Home > Trips> Tour Syrkhandarya

Tour Syrkhandarya

pamir alay

 Visita al paese delle cascate

Viaggia verso una regione chiusa, il paese delle cascate. Gole sorde ricoperte di foreste verdi e fitte, picchi altissimi e cascate enormi con un’altezza di oltre 100 m. Ai piedi delle cascate, sulle radure verdi tra le fitte foreste di ginepro, per te sarà costruita una tendopoli. Da qui ignoreremo la bellezza e le cascate circostanti, dove potremo sentirci vicini al potere delle cascate e salire sulle loro cime.

 Misterioso Surkhandarya

Un affascinante viaggio attraverso Surkhandarya. Visiteremo luoghi interessanti e pittoreschi situati nell’interfluo di Surkhandarya e del suo affluente Sangardak. Qui possiamo vedere il Ponte Iskander, che è lungo settanta metri e largo sei, sulla rotta dell’antica rotta carovana che collegava Termez con altre regioni. Questo ponte fu costruito da architetti del Medioevo. Secondo la leggenda, i costruttori l’hanno battezzato il ponte di Iskander in memoria di come le truppe di Alessandro Magno una volta passavano sulla via per Sogdiana. Successivamente visiteremo il sito archeologico – il sito di Dalverzintepa, il cui periodo di massimo splendore cade nell’era dell’impero Kushan (I-IV secolo dC). Inoltre, visiteremo la casa del famoso archeologo giapponese K. Cato, che ha dato un contributo significativo allo studio della storia della regione di Surkhandarya (una volta parte dei regni Bactrian e Kushan). Stiamo anche aspettando la bellezza naturale di questa regione: la cascata Sangardak, che è giustamente definita uno dei luoghi più belli dell’Uzbekistan. Le sue acque, cadenti

dalla pittoresca, ricoperta di muschio verde di rocce, si rompono in una miriade di freni scintillanti, tutto ciò rende questa cascata favolosamente bella.
Il giorno dopo siamo attesi da una visita alla grotta di Khojaipak, nota per i suoi flussi di idrogeno solforato, che defluiscono dal fiume Oltinsoy.

Visiteremo il Pudin Canyon, in cui pietre e rocce formano castelli di argilla e pietra e altre figure bizzarre. Visiteremo il leggendario dai tempi antichi Omonkhon, famoso per le sue sorgenti curative, così come il canyon Kyzyl. Benvenuti a questo interessante tour di Surkhandarya.

 Fine settimana attivo a Boysun

Se ti piacciono le montagne, come fare salite e scoprire nuovi angoli del nostro paese, ti suggeriamo di scalare il massiccio del Ketmanchapty, una delle cime del crinale di Baysuntau e visitare la famosa grotta di Teshik Tash. Avrai una pista indimenticabile verso l’alto con la quale vedrai una splendida vista dell’intera Baysun. Nella parte superiore della serie circondata da nuvole si passa alla sella, che divide la dorsale di Baysuntau in due grandi catene montuose. Vedrai un panorama vertiginoso di Khoja Gur Gur aty, dove sono nascoste le profonde e misteriose grotte di Baysuntau . Il giorno dopo andremo a uno dei trekking più interessanti all’antica grotta di Teshik-Tash, in cui una volta c’era un parcheggio per i Neanderthal. Seguiremo gli antichi sentieri delle prime persone, scendiamo nelle sue profonde gole, dove la luce del giorno non cade nemmeno di giorno. Passando ripide scogliere e fitti ginepri, andremo in una lontana e misteriosa grotta. Qui puoi ammirare la bellezza della natura e sentirti come se fossi tornato centinaia di migliaia di anni fa, in un periodo in cui vivevano Cro-Magnonians e Neanderthal.

Altri mondi dell’Uzbekistan meridionale

Una magica escursione al confine unico di grotte e canyon situato nel cuore dell’Uzbekistan meridionale. Questo non è un tour standard di Boysun. In questo viaggio andremo nelle profondità della grotta di Khojaipak, sul cui fondo scorre un fiume di idrogeno solforato termale. Anche nelle peggiori gelate all’interno della grotta, la temperatura non scende sotto i 20 gradi, non ci sono stalattiti, ma i soffitti della grotta sono splendidamente decorati con cristalli di zolfo, che formano motivi stravaganti e brillano di oro nella luce dei lampioni . Nuoteremo attraverso corridoi stretti nella sala interna, che stupirà i turisti con le sue acque blu che scorrono dal fondo della grotta. Vedrai i paesaggi extraterrestri del Pudin Canyon, camminerai lungo i suoi ripidi pendii e scenderai nelle sue profonde buchi carsiche. Visiteremo la gola del Pyajob superiore, le cui rocce verticali sono punteggiate da numerose grotte e grotte in cui vivevano gli eremiti, e la sera avrete una cena festiva nella guest house nel cuore.

Dall’altro lato del muro

Rari fortunati che hanno visitato il bordo di
il muro del massiccio di Khoja Gur Gur Ota, la catena montuosa di Baysuntau (gli speroni sud-occidentali della catena Hissar) ha visto una terra diversa separata dal nostro mondo da un muro gigante. Il vantaggio che grazie all’isolamento è riuscito a preservare i suoi segreti, i suoi costumi e la sua incredibile natura. La terra, in cui si trovano tutte le grotte più profonde dell’Uzbekistan, sorgenti gigantesche che scorrono dalle profondità di massicce rocce verticali, fitte foreste alimentate da centinaia di sorgenti e uniche

villaggi di montagna isolati con un vecchio stile di vita e tradizioni. Qui, ci sono ancora conservati tali viaggi tra villaggi e villaggi come рирīnīgi (Taj – uno stretto sentiero di montagna) – ponti sospesi fatti a mano su rocce ripide, che si intrecciano da rami di cespugli o disposti da tronchi e pali di legno. Visitando i luoghi situati dall’altra parte di Khoja Gur Gur Ota è possibile visitare il villaggio di Gumatak, dove nelle sue vicinanze ci sono lastre di pietra che raffigurano le tracce dei primi dinosauri ungulati. Nel villaggio di Dubulo, si può fare una salita lungo la laguna fino a un muro alto 100 metri, da dove si possono vedere i paesaggi montani e i villaggi vicini. Lungo la strada incontrerai foreste di ginepri che ricoprono le pareti di crepacci, prati e valli di montagna, enormi grotte con fiumi di acqua pura, tutto questo e molto altro attende i suoi ricercatori in questo tour.
Inoltre, a causa della natura del terreno e del paesaggio, avrai un vero tour in jeep, dato che l’altro mezzo di trasporto è impotente, tranne che per cavalli e asini.

Salita a Khoja Gur Gur Atu

Il massiccio di Hodja Gurgurat, il cui nome significa “Padre di tutte le caverne”. Un confine lontano di natura aspra e selvaggia. La gigantesca cima smussata della catena montuosa termina con una vertiginosa rupe di cinquecento metri da un lato, canyon profondi, altipiani lacerati dall’altra, fossili di dinosauri, frammenti di basalto e ghiaia delle forme più bizzarre, sepoltura di un santo e un’altezza di 3700 m. Se lo spirito del viaggiatore vive in te e sei pronto ad accettare la sfida, ti invitiamo a uno dei viaggi più affascinanti della tua vita. Già l’ingresso alla montagna stessa è un’avventura. Sui fuoristrada supereremo varie difficoltà stradali. Il nostro percorso si snoda attraverso i fiumi di montagna impetuosi, lungo i ripidi pendii delle foreste montane e dei prati alpini. Di conseguenza, visiteremo prati alpini a un’altitudine di 2800 m, dove si troverà il campo base. Dal luogo della nostra BL ci sarà una bellissima vista di Khoja Gurgurat e del lago di montagna Raushan. Il ripido pendio verticale di Khoja Gurgurata ha ingressi a molte grotte, molte delle quali non sono ancora state esplorate.
Benvenuto nel misterioso Padre di tutte le caverne.

Il cuore di Boysun

Un’escursione magica all’unico perduto tra le montagne di Baysun, situato nel cuore dell’Uzbekistan meridionale. Circondata da montagne e canyon, questa regione è riuscita a preservarne segreti, tradizioni e rituali. In questo tour vedrai uno degli angoli più belli e lontani della natura selvaggia della montagna Baysun, i suoi profondi canyon e le sue incredibili grotte. Visiterete le famose porte di ferro e le gole del Derbent, che hanno avuto un ruolo importante nella storia dell’Asia centrale. Visiterete luoghi sacri e profonde caverne piene di mistici e

pesce sacro. Ti immergerai nella cultura e nelle tradizioni dei residenti locali visitando i villaggi medievali di Machay. Vedrai una delle meraviglie dell’Uzbekistan, il canyon “Kyzyl”, i cui labirinti si estendono per molte decine di chilometri. I più coraggiosi potranno scendere nel canyon e fare un’escursione di molti chilometri in cui sarà possibile ammirare appieno la grandezza di Kyzyl. Boysun è pieno di miracoli, visiterai un’anomalia gravitazionale, dove, contrariamente alle leggi della fisica, tutto si muove dal basso verso l’alto. Alla fine, visiterai l’antico sanatorio “Omonkhon”, che dà salute alle persone dai tempi di Alessandro Magno.
Shakhrisabz – Samarcanda
Al mattino partenza per Samarcanda attraverso Shakhrisabz (275 km, 4 ore *). Nella visita di Shahrisabz al mausoleo di Jahongir, al complesso memoriale di Dor-Us Sahodat, alle rovine del palazzo Ak-Saray, all’insieme Dor-ut Tilawat con la moschea Kok-Gumbaz e alla tomba del padre di Tamerlano. Continuazione del viaggio a Samarcanda (90 km, 2 ore *). Arrivo a Samarcanda nel pomeriggio, check-in in hotel. Pernottamento in hotel.
* Un viaggio su un minivan o su un autobus dura in media un’ora.

You can send your inquiry via the form below.