fbpx
Home > Storia e Cultura > Uzbekistan

Uzbekistan

Uzbekistan: il Paese più Affascinante che Tu abbia Mai Visto

Arrivare in Uzbekistan sta per diventare un po ‘più facile. Dal 15 luglio, il paese sta potando parte della burocrazia che lo circonda. I viaggiatori europei potranno visitare fino a cinque giorni senza richiedere un visto (purché arrivino in aereo e prenotino un volo di proseguimento), mentre coloro che vogliono rimanere più a lungo possono usufruire di un nuovo sistema di visto elettronico, che promette di richiedere solo due giorni per elaborare le applicazioni (e costa $ 20).

Ecco tutto ciò che devi sapere …

È un frammento dei migliori pezzi della Via della Seta …

Se sei affascinato dall’antica Via della Seta, ma non hai il tempo di percorrere la sua lunghezza dalla Cina alla Turchia, troverai tre delle città più importanti della rotta in Uzbekistan. Khiva, Bukhara e Samarcanda erano le tappe fondamentali per i commercianti, e sono stati tutti faticosamente riportati al loro antico splendore: pensiamo a scintillanti minareti, cupole voluttuose e mosaici ipnotici. Con un po ‘di pianificazione puoi spremerli tutti in una settimana, rendendo questo il morso perfetto dello splendore di Silk Road.

… con un muscolo dell’era sovietica

Tashkent — la capitale dell’Uzbekistan — fu completamente distrutta da un terremoto nel 1966, mentre il paese era sotto il dominio sovietico. Circa 300.000 persone rimasero senza casa, ma con i muscoli sovietici incomparabili l’intera città fu ricostruita e restaurata — anzi, si dice che i lavori di costruzione iniziarono il giorno dopo il terremoto.

Di conseguenza, troverai un’affascinante mescolanza di moschee del 12 ° secolo restaurate e architettura classica russa accanto a edifici brutalisti e statue di operai con bicipiti sporgenti. Soggiorna presso l’Hotel Uzbekistan, che domina il parco principale della città, per vivere da vicino una sbiadita gloria sovietica.

Uzbekistan tourism: è un po ‘come il viaggio nel tempo

La città murata di Khiva è un museo vivente, protetto dall’Unesco ma ancora popolato da famiglie e imprese uzbeke. Fu fondata nel VI secolo e prosperò come città commerciale della Via della Seta — con moschee sempre più ornate, mausolei e madrasse (scuole religiose) aggiunte al suo labirinto di strade, tutte restaurate ad arte.

È più facile andare in giro di quanto pensi:

Le opzioni di trasporto sono leggermente migliorate dai tempi del trekking sul cammello della Via della seta. Tutte le principali estrazioni dell’Uzbekistan sono servite da voli nazionali a basso costo, ottimi collegamenti stradali e treni ad alta velocità. Troverete taxi condivisi e servizi di autobus in tutte le città, inoltre Tashkent ha una metropolitana decente con alcune stazioni meravigliosamente ornate.

Uzbekistan è un posto fantastico per lo shopping:

Timur ei suoi discendenti hanno invitato i ceramisti, artisti e architetti provenienti da tutto l’impero ad abbellire le città di Khiva, Samarcanda e Buchara. Le loro moschee erano adornate con i migliori murales e mosaici, con tecniche e materiali importati principalmente dalla Persia. Fortunatamente, le abilità artigiane dell’Uzbekistan sopravvivono e puoi raccogliere ceramiche fatte a mano, ricami, tessuti di seta e quadri miniaturistici per pochi dollari nella maggior parte delle madrasse, che sono state trasformate in gran parte in bazar.

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.